“Picchiato dai nomadi, li denuncio”: è successo al sindaco di Caerano San Marco

Gianni Precoma aveva chiesto ai rom accampati di allontanarsi da una strada.

Sono stato letteralmente picchiato dai nomadi, li denuncio“.

Così Gianni Precoma, sindaco di Caerano San Marco, comune di 8mila abitanti della provincia di Treviso.

Ieri sera – 10 agosto – in via dell’Artigianato il primo cittadino, recandosi di persona sul posto, aveva chiesto di allontanarsi ai nomadi che si erano accampati con un camper e una tenda.

Come risposta, il sindaco è stato picchiato ed è stato necessario l’intervento di un’ambulanza per portarlo al pronto soccorso dell’ospedale di Montebelluna, avendo rimediato graffi e lividi sul volto.

Precoma ha, quindi, annunciato che denuncerà gli aggressori e la giunta sta valutando provvedimenti per spostare i rom.

“Mi sono sentito di intervenire viste le continue segnalazioni che mi sono giunte da parte dei cittadini”, ha spiegato Precoma a Il Gazzettino.

Leggi anche: Il rapper Biondo annulla la tappa a Lucera, colpa di una battuta del sindaco.