Piloti USA avvistano UFO? Il New York Times pubblica video

Gli UFO esistono?

Gli esseri umani si dividono in tre ‘fazioni’:c’è chi dice di sì ed è convinto che siano già giunti a noi; c’è chi dice sì ma sono così lontani da essere impossibile un incontro ravvicinato del terzo tipo; c’è chi dice no ed è convinto che siamo soli nell’Universo (e sarebbe uno spreco di spazio).

Eppure un’inchiesta del New York Times ha reso pubblico un video in cui si vede un oggetto non identificato ripreso da un caccia della Marina degli Stati Uniti.

L’avvistamento è avvenuto nel 2004 e, stando al racconto del comandante David Fravor e del tenente comandante Jim Slaight, in volo registrarono “oggetti volanti che apparivano all’improvviso a 80mila piedi di altezza, si tuffavano in direzione dell’oceano e, poi, si fermavano d’un tratto all’altezza di 20mila piedi. Quindi, come erano apparsi, svanivano“.

Ancora più inquietante è il fatto che, mandati in perlustrazione sui loro caccia, quando arrivavano in punto corrispindente a quello che indicava la presenza degli UFO, anche i caccia sparivano dai radar.

Inoltre, in una successiva perlustrazione, al punto di avvistamento corrispondeva un inspiegabile incresparsi delle onde così forte da far pensare che l’acqua stesse ribollendo, in una giorna calma.

David Fravor, inoltre, ha raccontato di avere visto “a 50 piedi dal pelo dell’acqua un mezzo volante, biancastro, ovale e lungo una quarantina di piedi“.

Tentato un avvicinamento, l’UFO prima si avvicinò, poi si allontanò “con un’accelerazione mai vista“.

Il racconto fa parte del programma Advanced Aerospace Treat Identification Program del Dipartimento della Difesa USA, costato ben 22 milioni di dollari, chiuso ufficialmente da alcuni anni, con l’obiettivo dichiarato di individuare gli UFO.

Viste vere navicelle spaziali o nuovi mezzi di eserciti nemici, magari cinesi o russi?