Pitbull sfruttato per fare cuccioli, finisce in canile e si mette a piangere / VIDEO

cane-piange

Ogni cucciolo suscita in noi emozioni dolci. Tuttavia, pochi sanno che spesso sono frutto dello sfruttamento di altri animali solo con l’obiettivo di procrearli e venderli, calpestando così i loro diritti e causando dolore, disagio e problemi alla salute.

Cinnamon è un pit bull femmina, la cui storia, raccontata da Fabiosa.com, è paradigma di quanto appena premesso. I suoi ex proprietari hanno usato questo cane di 7 anni per l’allevamento e l’hanno abbandonato senza pietà dopo avere portato via i suoi cuccioli. Poi, è finito in un rifugio per animali.

Un giorno, la volontaria Sarah Sleime è passata accanto alla gabbia di Cinnamon. Ha prestato attenzione al pitbull e ha cominciato a parlare all’animale. Quando il cane ha alzato lo sguardo, c’erano lacrime nei suoi occhi. Cinnamon stava piangendo come un essere umano.

La volontaria ha ripreso il momento toccante e lo ha condiviso sui social media con lo scopo di trovare una nuova famiglia per Cinnamon (che, in italiano, significa Cannella).

Il video è diventato immediatamente virale: è stato visto più di 5 milioni di volte. In molti, da tutto il mondo, hanno cominciato a simpatizzare con il cane e gli hanno offerto aiuto. Ma la notizia più importante riguarda una famiglia che ha deciso di adottare Cinnamon.

È stata ribattezzata Rosie, iniziando così anche simbolicamente una nuova vita. Ora, ha una famiglia amorevole e un amico pitbull e passa le giornate a giocare e scodinzolare.