Pizza fritta: la ricetta completa della regina dello street food

Come preparare passo passo uno degli alimenti più apprezzati della cucina italiana.

Lo street food, negli ultimi anni, è stato interessato da un successo che definire notevole è dire poco. Tra i cibi che lo caratterizzano, è impossibile non chiamare in causa la pizza fritta. Come si prepara? Nelle prossime righe, scopriamo assieme la ricetta completa.

Ingredienti (dosi necessarie per 4 pizze fritte)

  • 430 grammi circa di farina tipo 00
  • 250 ml di acqua
  • Circa 7 grammi di sale

Ingredienti per la farcitura

  • 400 grammi di ricotta di bufala
  • 120 grammi circa di mortadella a cubetti
  • 120 grammi circa di salame piccante (meglio se tagliato a cubetti)
  • 20 foglie circa di basilico
  • 120 grammi circa di mozzarella fiordilatte

Per friggere, si possono utilizzare 2,5 litri d’olio circa.

LEGGI ANCHE: Come preparare la panna per dolci in casa

Svolgimento

La preparazione della pizza fritta inizia prendendo una planetaria, meglio se munita di gancio, e mettendoci dentro il lievito di birra. A questo punto, bisogna aggiungere l’acqua e farla partire, integrando a pioggia metà della quantità della farina e il sale.

Non appena il composto risulterà sufficientemente amalgamato, bisogna unire la restante quantità di farina, tenendo la planetaria in funzione fino a quando non ci si accorge che l’impasto si è staccato dai lati della stessa. Cosa fare a questo punto? Estarre l’impasto, che deve essere steso su un piano precedentemente infarinato.

A questo punto, arriva il momento di stenderlo con le mani e, dopo aver fatto questo, ripiegarlo su se stesso in modo da dare vita a una semisfera. Lo step successivo prevede il fatto di mettere l’impasto in una ciotola di vetro, che dovrà poi essere coperta ocn della pellicola trasparente. Il passo da fare a questo punto prevede il fatto di mettere l’impasto a lievitare in forno spento a una temperatura di circa 25°C. In linea di massima, ci vogliono 3 ore.

Una volta trascorso questo lasso di tempo, l’impasto deve essere trasferito su una spianatoia e diviso in quattro filoni di poco più di 200 grammi l’uno (idealmente, ciascuno di essi dovrebbe pesare circa 200 grammi).

Dopo averli ricoperti con una pellicola e facendo attenzione a non tirarla, bisogna dare il via a una lievitazione di altre tre ore. Nel frattempo, bisogna unire gli ingredienti del ripieno che, una volta finita la lievitazione, dovrà essere trasferito su ciascun filone (questi ultimi, a loro volta, devono essere ridotti a dischi di circa 30 centimetri di diametro). Quando si trasferisce il ripieno, è necessario lasciare libera la metà del disco, che dovrà poi essere chiusa su quella farcita.

A questo punto, le quattro pizze possono essere fritte una per una e girate in fase di cottura in modo da ottenere un risultato omogeneo. Concludiamo facendo presente che la pizza fritta dovrebbe essere, se possibile, consumata subito.

LEGGI ANCHE: In Inghilterra un locale paga per assaggiare le sue pizze