Pooh: da dove deriva il nome della band?

Tutto è cambiato dopo un periodo di poco successo a metà degli anni ’60.

Formatisi nel 1966 e scioltisi ufficialmente il 30 dicembre di 50 anni dopo, i Pooh hanno segnato la storia della musica italiana. Successi come Piccola Katy Uomini Soli hanno fatto cantare generazioni e generazioni.

Al centro dell’attenzione mediatica in questi giorni per via della scomparsa del batterista Stefano D’Orazio, stroncato dal Covid-19 a 72 anni, i membri del gruppo sono ancora molto uniti. Da dove deriva il nome della band? Scopriamolo assieme.

LEGGI ANCHE: Riccardo Fogli dalla Balivo: “A casa eravamo molto poveri”

Pooh: le origini del nome

Per scoprire da dove deriva il nome di una delle band simbolo della musica italiana, dobbiamo tornare indietro nel tempo al 1965, anno in cui Roby Facchinetti, Valerio Negrini (che nel 1971 è stato sostituito da D’Orazio), Dodi Battaglia e Riccardo Fogli formavano la band dei Jaguars. 

Il gruppo non aveva successo e, per questo motivo, si decise di cambiargli il nome, approfittando anche dell’occasione legata all’uscita di un 45 giri dal titolo Vieni Fuori, cover in italiano del brano Keep on Running dello Spencer Davis Group.

LEGGI ANCHE: Lui è stato colpito da un cancro terribile: lei gli dimostra ancora più amore

A sciogliere il nodo ci ha pensato una donna di nome Aliki Andris, segretaria del proprietario della casa discografica con la quale il gruppo era sotto contratto (la stessa etichetta che, ai tempi, era dietro ai successi dell’Equipe 84).

Fan dell’orsacchiotto nato dalla fantasia di Alexander Milne ha, a suo modo, cambiato la storia della musica italiana.

LEGGI ANCHE: Morto Stefano D’Orazio, il ricordo di Bobo Craxi: “Aveva sofferto molto negli ultimi anni”