Porta la moglie in campagna e la uccide a colpi di pistola

Femminicidio a Cancello Scalo, in provincia di Caserta.

Ha ucciso la moglie a colpi di pistola e poi si costituisce. È successo a Cancello Scalo, in provincia di Caserta.

L’uomo, un 34 enne di San Felice a Cancello, pare abbia condotto la moglie, 30 anni di Maddaloni, nei pressi dell’Acquedotto Carolino e a seguito di un litigio le abbia sparato.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo si sarebbe poi allontanato dal posto avrebbe fatto ritorno a casa e avrebbe chiamato i carabinieri raccontando quanto accaduto, costituendosi.

La motivazione che avrebbe spinto il 34enne Michele Marotta a uccidere stamattina la moglie Maria Tedesco, 30 anni, sarebbe stata la gelosia. I due avevano un bambino di 6 anni.

È quanto emerso dal lungo interrogatorio condotto dai carabinieri con il pm della procura di Santa Maria Capua Vetere. L’uomo ha raccontato che la lite per un presunto interesse di lei per un altro uomo era iniziata già nella giornata di ieri. Questa mattina i due erano usciti insieme per delle commissioni, ma il riprendere l’argomento si è trasformato in battibecco per poi degenerare in lite e nell’omicidio.

L’uomo ha sparato alla moglie con una pistola legalmente detenuta. Da una prima analisi balistica, sarebbero stati esplosi dai 5 ai 7 colpi, un paio avrebbero raggiunto la donna al torace ferendola mortalmente. Il 34enne subito dopo l’omicidio è ritornato nella loro abitazione e ha chiamato i carabinieri. L’arma è stata ritrovata nell’auto dell’uomo.

LEGGI ANCHE: 21enne morta di Covid-19, non aveva altre patologie.