Positivo al Coronavirus, 65enne muore mentre tentava di raggiungere l’ambulanza

Il fatto è avvenuto in Sardegna.

La procura di Lanusei è pronta ad aprire un’inchiesta per fare luce sul caso di un 65enne di Seui che, nel week end, è deceduto durante i soccorsi. L’uomo era positivo al Covid.

LEGGI ANCHE: Provoca un incidente stradale e accoltella a morte un 65enne

La triste storia di Carlo Lobina

Residente in Germania con la famiglia, Lobina aveva fatto ritorno in Sardegna per assistere la madre anziana. L’uomo si trovava da qualche giorno in quarantena dopo essere risultato positivo al Coronavirus.

Come spiegato dall’avvocato della famiglia, nei giorni precedenti il week end le sue condizioni si erano aggravate. Per l’uomo è stato necessario l’intevento di un’equipe medica, che ha diagnosticato un’insufficienza respiratoria gravissima. Per Lobina, è stato deciso il ricovero alla Santissima Trinità di Cagliari.

Sempre secondo quanto specificato ai media dal legale della famiglia, l’ambulanza è arrivata attorno alle 21.00 di sabato. Il mezzo, impossibilitato a raggiungere la prossimità dell’abitazione di Lobina per via delle vie strette, si è fermata nelle vicinanze. I soccorritori hanno chiesto al paziente di raggiungere il mezzo. L’uomo, dopo aver percorso una salita ripida, è stramazzato al suolo. A nulla è valso il massaggio cardiaco praticato dai soccorritori. Sull’ambulanza non era presente un defibrillatore.

LEGGI ANCHE: Va a cercare funghi con il marito e si perde: trovata dopo una notte al freddo