Positivo organizza una festa a Lodi, sei giovani denunciati

I partecipanti alla festa sapevano che l’organizzatore era risultato positivo al Coronavirus.

A Lodi un giovane, positivo consapevolmente da qualche giorno al coronavirus, ha organizzato ieri pomeriggio, domenica 12 aprile, una festa in casa sua, invitando cinque amici.

Quest’ultimi si sono presentati. in un appartemento in un condominio di viale IV Novembre, e la festa è andata avanti finché un vicino di casa non ha capito che qualcosa non andava, sentendo musica e voci alte per ore, e ha chiamato la polizia.

Intervenuti sul posto, gli agenti non hanno potuto che constatare quanto avvenuto e denunciare per violazione del testo unico delle leggi sanitarie, per non aver osservato l’ordine teso a impedire la diffusione di una malattia infettiva l’uomo e gli amici, tutti tra i 17 e i 24 anni.

I partecipanti alla festa hanno affermato alla Polizia che sapevano che l’organizzatore era positivo. Per tutti è scattata l’imposizione della quarantena da parte delle autorità sanitarie.

In questo caso, se ci sarà violazione, potrebbero compiere un ulteriore reato, quello di epidemia colposa, per cui è prevista la reclusione.

Ad Erice (Trapani), invece, i carabinieri della locale stazione hanno sorpreso una coppia appartata, in pieno giorno, ad avere un rapporto intimo. I due, che vivono in due diversi comuni, sono stati multati per violazione delle norme di contenimento sanitario. Dovranno pagare 800 euro.

LEGGI ANCHE: Ciro Musella muore a 33 anni per il coronavirus.