“Possibili attacchi entro le prossime 72 ore”. Allerta nei cieli del Mediterraneo

Nelle prossime 72 ore potrebbero scattare gli attacchi missilistici degli Stati Uniti d’America contro il regime di Assad.

È quanto si evince dall’allerta inviata da Eurocontrol – l’organizzazione europea per la sicurezza dei voli – alle aerolinee a cui si chiede di volare con prudenza nelle rotte del Mediterraneo orientale.

Secondo l’organizzazione, infatti, lo spazio aereo potrebbe essere oggetto di blackout radio, provocando problemi alla navigazione aerea.

Si consiglia – si legge in una nota sul web – di pianificare le proprie operazioni di volo nell’area dell’Est Mediterraneo/Nicosia“.

Anche gli aeroporti e le basi militari siriane sono in allerta.

Donald Trump aveva annunciato azioni entro 24/48 ore e, a rigor di logica, l’ora x potrebbe scattare da un momento all’altro, soprattutto di notte.

Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel ha chiesto una condanna netta, parlando di prove chiare sull’uso di armi chimiche nella Ghouta est.

La Russia, però, ha posto il veto al Consiglio di Sicurezza ONU sulla bozza di risoluzione USA per istituire un nuovo meccanismo d’inchiesta indipendente sull’uso delle armi chimiche in Siria. Il testo ha ottenuto 12 sì, 2 no e l’astensione della Cina. Bocciata anche una bozza della Russia che avrebbe voluto affidare l’indagine agli investigatori OPAC (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche).