Prende una multa di 116 euro, ma paga 116mila

Che bella sorpresa per il Comune di Ariano Polesine, in provincia di Rovigo, quando ha visto lievitare il proprio conto grazie ad un bonifico di 116mila euro.

Si è trattato, com’era prevedibile, di un errore che (è proprio il caso di dirlo) è costato caro ad una azienda romena di autotrasporti.

La somma da versare al Comune, infatti, doveva essere di 116 euro. Si trattava di due multe per eccesso di velocità comminate ad un autotrasportatore polacco che per ben due volte era stato pizzicato dall’autovelox.

Distrattamente la ditta di trasporti per la quale lavorava il camionista dal pie’ veloce, ha aggiunto qualche zero alla cifra da versare. Quando si sono accorti dell’errore, dall’azienda romena è partita una valanga di telefonate ed email agli uffici di Ariano Polesine.

Fortunatamente per la ditta, il Comune si è subito attivato per restituire la somma. Ma si sa, i tempi della burocrazia italiana sono lunghissimi.

Abbiamo dovuto verificare il tutto – ha spiegato l’assessore al bilancio Rino Casellato – ma non si può restituire in maniera tanto semplice 116mila euro. Va fatta una variazione di bilancio. Vale a dire che prima dobbiamo stabilire un’entrata prevista e poi la conseguente uscita per il bonifico di ritorno. Abbiamo quindi fatto il consiglio comunale e tra i punti c’era anche questo, ora il funzionario, con i canoni della regolarità, disporrà il bonifico di ritorno“.