Presidente di associazione antiracket chiedeva il pizzo agli associati

Guardia di Finanza

Salvatore Campo, presidente dell’Associazione siciliana antiestorsione (ASIA), è stato arrestato e posto ai domiciliari dalla Guardia di Finanza di Catania per falso ideologico e peculato.

Come si apprende da Ansa.it, l’uomo è indagato anche per estorsione continuata nei confronti di alcune vittime del racket che avevano richiesto accesso a un fondo di solidarietà statale.

Le Fiamme Gialle hanno posto ai domiciliari Campo, eseguendo un provvedimento emesso dal GIP su richiesta della Procura Distrettuale di Catania.

Il GIP ha anche disposto il sequestro preventivo di circa 37mila euro, ovvero i fondi pubblici erogati dalla Regione Siciliana a favore dell’associazione antiracket ASIA di cui, secondo l’accusa, Campo si sarebbe “illecitamente appropriato, utilizzandoli per fini esclusivamente personali“.

L’associazione ha sede ad Aci Castello, comune della provincia di Catania.

L’inchiesta è stata coordinata dal Procuratore capo Carmelo Zuccaro.