Primo maggio all’insegna degli incidenti sul lavoro: 2 morti e 3 feriti

Gli incidenti sono avvenuti nelle province di Piacenza, Napoli, Forlì e Palermo.

incidente lavoro

Ieri, primo maggio, Festa dei Lavoratori, ha perso la vita il 50enne Alessandro Ziliani, muratore bergamasco, schiacciato da un enorme blocco di cemento.

Nonostante fosse un giorno di festa, l’uomo stava lavorando in un’azienda agricola in provincia di Piacenza ed è morto poco dopo l’arrivo all’ospedale Maggiore di Parma.

Sempre ieri, a Gragnano (Napoli) due operai sono caduti dal quinto piano di un’abitazione dove stavano lavorando per una ristrutturazione. Sono sotto osservazione ma non sono in pericolo di vita.

A Forlì, poi, un operaio è stato travolto da un muletto all’aeroporto Luigi Ridolfi e ora è ricoverato in prgnosi riservata.

E oggi, come riportato dall’Opinione della Sicilia, un muratore di 62 anni, Salvatore Cammarata, è morto cadendo da un balcone mentre stava lavorando alla ristrutturazione di un edificio a Petralia Sottana (Palermo).

Cammarata aveva una piccola ditta che gestiva insieme al fratello. L’operaio è caduto battendo in capo.

Tante tragedia a poche ore di distanza l’uno dall’altra. Segno che in Italia la strada è ancora lunga per arginare il triste fenomeno delle morti sui luoghi di lavoro.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: