Primo sbarco con l’ok di Salvini. Il ministro attacca Malta

È sbarcata stamattina, nel porto di Reggio Calabria, la nave SeaWatch 3 con a bordo 232 migranti soccorsi nel Mar Mediterraneo, fra cui 17 donne e alcuni minorenni. Sulla nave, inoltre, c’era anche una donna incinta.

Si tratta del primo sbarco autorizzato dal Viminale guidato da Matteo Salvini.

Le operazioni di sbarco inizieranno in mattinata secondo un piano coordinato dalla Prefettura.

A proposito degli sbarchi, Matteo Salvini ha puntato il dito contro il governo di Malta perché “non può sempre dire no a qualsiasi richiesta d’intervento” e deve accogliere nei suoi porti le navi cariche di disperati.

La replica di La Valletta: “Accuse false, rispettiamo in ogni momento tutti gli obblighi, compresi quelli internazionali“.

E la controreplica di Salvini è arrivata a stretto giro: “Ci dicano gli amici maltesi quante navi che trasportavano migranti hanno attraccato nei loro porti nel 2018, quante persone sono sbarcate, quante domande di asilo sono state esaminate e quante accolte“.