Problemi di salute per Mihajlovic, potrebbe lasciare la panchina del Bologna

L’allenatore serbo avrebbe seri problemi di salute che gli impedirebbero di continuare ad allenare.

Il mondo del calcio è in apprensione per Sinisa Mihajlovic. L’allenatore del Bologna potrebbe essere costretto a lasciare la panchina dei rossoblu per problemi di salute. Se ne saprà di più in serata dopo la conferenza stampa in programma nel pomeriggio a Casteldebole in cui il diretto interessato spiegherà cosa sta succedendo.

Nel frattempo di certo vi è soltanto il fatto che il tecnico serbo non ha seguito la sua squadra nel ritiro di Castelrotto in Trentino. I giocatori sono partiti giovedì, ma lui è rimasto a Bologna, ufficialmente perché a letto con l’influenza.

Secondo alcune indiscrezioni, invece, Mihajlovic in queste ore si troverebbe in un ospedale del capoluogo emiliano perché colpito da una improvvisa malattia. Il ct si starebbe sottoponendo ad una terapia d’urto che lo potrebbe costringere a rimanere lontano dalla panchina della sua squadra per un po’ di tempo.

Sinisa Mihajlovic è arrivato in Italia nel 1992 quando venne acquistato dalla Roma. Ha poi militato nella Sampdoria, nella Lazio e nell’Inter. È stato allenatore della stessa Inter (come vice di Mancini), Catania, Fiorentina, Sampdoria, Milan, Torino e Bologna.

Di temperamento forte, il serbo è diventato famoso non soltanto per meriti sportivi, ma anche per non essere un vero e proprio campione di fair play: tristemente famosi, infatti, restano gli insulti razzisti rivolti al giocatore Patrick Vieira durante la partita di Champions della Lazio contro l’Arsenal nel 2000, e il lancio di una bottiglietta contro il delegato UEFA che lo aveva espulso perché aveva sputato e calpestato Adrian Mutu del Chelsea in una partita nel 2003.

Leggi anche: Un extracomunitario ha picchiato una donna di 74 anni senza motivo.