“Pronto, Polizia? Mio padre sta bruciando la mia piantagione di marijuana”

marijuana

marijuana

Incredibile in Australia.

Un uomo ha scoperto che il figlio stava coltivando una piccola piantagione di marijuana e, preso dalla rabbia, ha cominciato a darle fuoco.

Il figlio, però, anziché chiamare i Vigili del Fuoco, ha pensato male di contattare la Polizia.

È stato il Guardian a raccontare questa storia, accaduta circa un anno fa, ma che sta girando sul web perché condivisa su Facebook il 20 luglio scorso dalla pagina Ah, ma non è lercio, scatenando una miriade di commenti, reazioni e condivisioni.

Pronto? Venite, dovete arrestare mio padre, ha bruciato tutte le mie piante di cannabis“, ha detto al centralino l’uomo.

La portavoce della polizia locale, Louise Jorgensen, ha raccontato che “quando ci ha chiamati era davvero convinto che il problema non fosse l’incendio, bensì le sue piante che stavano andando in fumo“.

La Polizia ha ovviamente prelevato il figlio, denunciato per coltivazione e possesso di droga.

Al padre, invece, non è accaduto nulla.

A parte la sorte di avere un figlio dall’intelligenza di certo non eccelsa…