Quali sono i posti più pericolosi in auto? Lo ha rivelato uno studio

Un crash test ha svelato quali sono i posti più rischiosi in caso di incidente automobilistico.

crash test

Le auto sono uno dei modi più rischiosi per viaggiare; sebbene non lo sia quanto una moto, l’automobile è notevolmente più pericolosa dei traghetti, dei treni, dell’autobus e degli aerei.

Tuttavia, mentre gran parte dell’attenzione in termini di sicurezza è posta al volante, sembra che gli altri passeggeri siano più a rischio.

Una nuova ricerca dell’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) ha esaminato la sicurezza dei passeggeri del sedile posteriore negli incidenti automobilistici. È stato, quindi, scoperto che i passeggeri sui sedili posteriori potrebbero effettivamente essere più a rischio di lesioni o di morte rispetto a quelli che si trovano davanti in determinati scenari. Ciò potrebbe sembrare sorprendente ma c’è una spiegazione.

L’IIHS sostiene che le case automobilistiche hanno fatto enormi sforzi per migliorare la sicurezza dei passeggeri e dei conducenti dei sedili anteriori, in particolare con l’introduzione della nuova tecnologia degli airbag. Nel frattempo, la sicurezza dei passeggeri del sedile posteriore non ha goduto dello stesso livello di attenzione. Il rapporto ha rilevato che le cinture di sicurezza posteriori sono meno efficienti.

Lo studio, come si apprende da IFL Science, ha esaminato, nel dettaglio, 117 incidenti automobilistici in cui gli occupanti dei sedili posteriori sono stati uccisi o feriti gravemente, usando fotografie, documenti di polizia e medici, inchieste sugli incidenti e rapporti delle autopsie. In molti casi, i passeggeri seduti sui sedili posteriore sono stati feriti più gravemente degli occupanti dei sedili anteriori, suggerendo così una discrepanza di sicurezza tra le file anteriori e posteriori. È stato anche scoperto che il tipo più comune di lesioni riportate in questi casi erano quelle al torace, seguite da vicino dalle ferite alla testa.

Lo studio ha concluso che bisogna sollecitare le case automobilistiche a concentrarsi maggiormente sulla sicurezza dei passeggeri che si siedono dietro. Ad esempio, potrebbero essere installati abbastanza facilmente i limitatori di forza. Allo stesso modo, alcune auto Ford e Mercedes-Benz hanno cinture di sicurezza dotate di un airbag gonfiabile progettato per distribuire la forza sul busto e sul torace. Tuttavia, implementare molte di queste tecnologie non sarebbe facile come sembra.

Siamo fiduciosi che i produttori di veicoli possano trovare un modo per risolvere questo problema per i passeggeri dei sedili posteriori proprio come sono stati in grado di fare per quelli dei sedili anteriori“, hanno affermato gli autori dello studio.

Leggi anche: Lo dice uno studio, i soldi fanno la felicità.

Seguici anche su Google News: