Quali sono i segnali di un matrimonio in crisi?

I campanelli d’allarme da non trascurare.

Sono tantissime le coppie che si chiedono quali siano i segnali di un matrimonio in crisi. Scopriamo assieme i campanelli d’allarme che non vanno assolutamente sottovalutati.

Matrimonio in crisi: i segnali da non trascurare

Quando si parla dei segnali di un matrimonio in crisi, un doveroso cenno deve essere dedicato allo spegnersi dell’attrazione. Attenzione: non si tratta del naturale scemare di quella chimica che caratterizza l’inizio della relazione, ma di una mancanza di attrazione frutto, per esempio, del trascurarsi fisicamente.

LEGGI ANCHE: Evira il marito: mi trascura per il golf

Per evitare tutto questo, è cruciale trovare sempre spazi di rinnovamento in quello che è un territorio in qualche modo già conosciuto, senza sentirsi in colpa, per esempio, per il fatto di lasciare i figli con i nonni o con la baby sitter.

Un altro segnale di un matrimonio in crisi è l’assenza di dialogo. A tal proposito, è molto importante specificare che un campanello d’allarme davanti al quale non abbassare l’attenzione è proprio l’assenza di scontri e confronti. In una relazione sana, infatti, questi momenti sono cruciali e mantengono vivo il rapporto.

LEGGI ANCHE: Francia, Emmanuel Macron è positivo al Covid-19

Proseguendo con l’elenco dei segnali da non tascurare quando si parla di un matrimonio in crisi, è doveroso citare la mancanza di progettualità. Anche se è importante mantenere i propri spazi indivuali nella coppia, fare progetti è basilare. Ancora più importante è farne di nuovi nel momento in cui alcuni di essi – p.e. l’acquisto di una casa o la nascita di un figlio – si realizzano. Nel momento in cui si ravvisa la mancanza di una tensione verso la progettualità comune, è davvero il caso di interrogarsi in merito alla qualità della relazione.

LEGGI ANCHE: Crede nell’animismo e si sposa con una valigetta