Quanto costa il cenone di San Silvestro di Bruno Barbieri?

Ecco il menù e il costo della cena di capodanno al Fourghetti di Bologna.

È partita giovedì la nuova edizione di Masterchef, tra l’altro con i complimenti della critica e del pubblico, che ha visto – a differenza che nel recentemente concluso X Factor 13 – un programma rinnovato a livello autoriale, nonostante la mancata presenza di Joe Bastianich. In particolare è il veterano dei giudici, Bruno Barbieri, a fare ormai da padrone di casa dalla grande simpatia.

E se con Bruno uno volesse passarci il Capodanno. Quanto costa la cena di San Silvestro prossima ventura lì dove lui cucina. Nei giorni scorsi abbiamo scoperto nell’ordine che da Carlo Cracco costa 600 euro, mentre da Antonino Cannavacciuolo esattamente la metà: 300. E da Bruno? Meno, molto meno.

LEGGI ANCHE: Quanto costa mangiare al ristorante dello chef Salvatore Cuomo?

Intanto basta recarsi a Bologna al ristorante Fourghetti, Il prezzo di una cena stellata a Capodanno è di 120 euro a persona. Prezzo che esclude le bevande e i vini, quindi è chiaro che il costo della cena cresce in automatico in base a come si sceglierà di accompagnare i vari piatti.

Cosa prevede il menù di Capodanno 2020? Il menù include: il benvenuto dello chef, antipasto, piatto, secondo, pre-dessert e infine dessert.

Andando più nello specifico, gli invitati potranno degustare, per iniziare, il benvenuto dello chef. In seguito saranno serviti:

  • Antipasto: Ramen di Terra e Mare, Crispy di Vitello, Uova all’Occhio di Bue, Patate, Tartufo Bianco, Glassa di Provola Affumicata;
  • Primo Piatto: Tortelloni di Ricotta con Erbette Amare, Salsa di Cotechino, Polvere di Pane, Spezie e Culatello Croccante;
  • Secondo: Trancio di Carbonaro con Caviale, Salsa Teryaki, Verdure Baby Vichy;
    Pre-Dessert: Granita di Lime con Ristretto di Melograno e Frutti Rossi;
  • Dessert : Galletta di Panettone, Crema di Stracchino, Glassi di Fichi Caramellati, Salsa al Mascarpone Ghiacciato.

Nato a Medicina nel gennaio del 1963, la carriera di Barbieri parte nel 1979, quando ha la possibilità di lavorare come secondo cuoco sulle navi da crociera e di conoscere così culture culinarie di diverse nazioni. Dopo un anno e mezzo torna in Italia e comincia a lavorare in piccoli locali della riviera romagnola in qualità di chef di partita.

Segue corsi di perfezionamento anche all’estero, sino ad approdare alla Locanda Solarola di Castel Guelfo; il ristorante guadagna per due anni consecutivi due stelle Michelin. Giunge quindi al ristorante Il Trigabolo di Argenta, sotto la guida dello chef Igles Corelli (che lo stesso Barbieri definirà essere il suo unico maestro) coadiuvato da Giacinto Rossetti e Mauro Gualandi. Negli anni novanta anche al Trigabolo vengono riconosciute due stelle Michelin.

LEGGI ANCHE: La scrittrice di Harry Potter accusata di transfobia.

Lo chef Barbieri apre poi il ristorante Arquade nell’Hotel Villa del Quar-Relais & Châteaux di San Pietro in Cariano. Il locale compare sulle guide gastronomiche del 2006 con due stelle Michelin, mentre Gambero Rosso lo segnala con tre forchette. Nel luglio del 2010 Barbieri decide di lasciare le cucine dell’Arquade per trasferirsi in Brasile. Nel 2016 apre a Bologna un nuovo bistrot, il Fourghetti.

Autore di numerosi libri, tra cui uno del 2007 dedicato alla cucina senza glutine (Squisitamente senza glutine), è protagonista di programmi televisivi per l’emittente Gambero Rosso Channel e collaboratore di varie radio. Nel marzo del 2012 apre, a Londra, il ristorante Cotidie, che affida un anno dopo allo chef Marco Tozzi a causa dei suoi eccessivi impegni lavorativi.

LEGGI ANCHE: Mal di schiena: cos’è, le cause e le terapie.