Quanto guadagnano i sindaci dei piccoli Comuni?

Lo stipendio varia a seconda delle dimensioni del Comune: e ci sono novità.

In molti si saranno chiesti quanto guadagna il sindaco del proprio paese o città. Lo stipendio varia a seconda delle dimensioni del Comune e le ultime novità in manovra prevedono un aumento dell’indennità per alcuni amministratori.

Amministrare un piccolo comune è un lavoro faticoso, un quotidiano percorso a ostacoli. Sarà quindi accolta con favore in tante piccole realtà l’attenzione che il governo mostra all’Italia che risiede lontano dalle grandi città, con una delle ultime novità presenti nel decreto fiscale: aumenta l’indennità dei sindaci dei comuni fino a 3 mila abitanti, arrivando all’85% di quella spettante ai primi cittadini dei comuni con popolazione fino a 5 mila abitanti: in base al calcolo di alcuni componenti della commissione Finanze della Camera, la cifra crescerebbe quindi fino a circa 1.400 euro netti.

È quanto prevede un emendamento approvato all’unanimità dalla commissione. Lo Stato contribuisce con un fondo di 10 milioni.

LEGGI ANCHE: Quanto costa mangiare al ristorante di Christian Puglisi?

«Un giusto riconoscimento al lavoro di tutti i sindaci» secondo la deputata Pd Elena Carnevali che ne dà notizia con un post su Facebook la notte tra domenica 1 e lunedì 2 dicembre, «anche per i presidenti di Provincia è stata introdotta l’indennità come i sindaci del capoluogo purché non coincidenti con esso o con il ruolo di sindaci di città metropolitana».

La proposta di innalzare lo stipendio dei sindaci dei Comuni più piccoli fino a 1.500 euro netti era stata rilanciata qualche settimana fa anche dal presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro. «Occorre garantire un’indennità mensile di 1500 euro netti a tutti i sindaci dei piccoli Comuni, poiché svolgono il loro compito con un impegno a tempo pieno» aveva spiegato Decaro.

In Italia un sindaco di un Comune sotto i 1000 abitanti percepisce oggi 1291 euro lordi al mese, che al netto delle tasse portano il corrispettivo mensile sotto gli 800 euro. Sale, ma di poco, la remunerazione lorda per un primo cittadino di un Comune da 1001 a 3000 abitanti ovvero 1446 euro lordi, che corrispondono a circa 1000 euro mensili. Vicesindaco e assessore sotto i 1000 abitanti di fatto invece svolgono attività di volontariato spesso a fronte di responsabilità di servizi importantiissimi come il bilancio o i lavori pubblici.

«Non sarei contrario a un aumento dell’indennità», aveva replicato a stretto giro di posta il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in occasione del convegno Sindaci d’Italia. Una piccola «promessa mantenuta», anche se la somma non arriverà fino ai 1500 euro auspicati.

LEGGI ANCHE: Mattarella agli studenti: “L’evasione fiscale è indecente”.