TerzoWEB.com

Quote latte, assalto armato a cisterna del latte in Sardegna

pastori-sardi

Nel giorno delle elezioni in Sardegna (dove si sta votando per scegliere il nuovo Presidente della Regione), a Orune, vicino Nuoro, due uomini armati e incappucciati hanno assaltato un’autocisterna che stava trasportando latte a un caseificio.

È successo poco dopo le 9.30.

I due hanno costretto l’autista a fermarsi e scaricare il latte per strada prima di darsi alla fuga.

Sul posto sono intervenuti Polizia e Carabinieri della Compagnia di Bitti.

Si tratta di una forma violenta della protesta dei pastori sardi per il prezzo del latte che va avanti da oltre due settimane.

La trattativa sul prezzo, intanto, è stata riinviata al tavolo con il prefetto di Sassari dopo il nulla di fatto dei vertici che si sono svolti a Cagliari e Roma (c’era stata, come si legge qui, un’ipotesi di chiusura della vertenza sul prezzo del latte a 72 centesimi a litro e altri 20 – 30 centesimi secondo un meccanismo di interventi con fondi statali e regionali per arrivare a fine stagione a un euro, anche 1.20).

Ieri mattina, ad esempio, una quarantina di pastori del Nuorese hanno versato decine di litri di latte ai margini della carreggiata sulla strada provinciale 73, al bivio di Onanì – Bitti. La protesta, cominciata intorno alle 11, è finita un’ora dopo.

Inoltre, sono partite le prime denunce ai danni di alcuni pastori denunciati per vari reati: violenza privata, danneggiamenti, deturpamento della cosa altrui, blocco stradale, resistenza a pubblico ufficiale, mancato preavviso di manifestazione.