Raccolta differenziata: ecco come smaltire le bottiglie in plastica senza commettere errori

La raccolta differenziata è un dovere civile e morale. Tutti quanti dovremmo contribuire a salvaguardare l’ambiente.

Durante le fasi di smistamento, in riferimento alla plastica,, c’è un errore che accomuna molti cittadini. Anche per risparmiare spazio, ci viene naturale schiacciare le bottiglie di plastica prima di buttarle nell’apposito contenitore. Ma è sbagliato.

In questo modo, infatti, la macchina selezionatrice potrebbe non riconoscerle. Da oggi, dunque, ricordate che le bottiglie vuote vanno solo appiattite e non schiacciate. E poi: non è necessario togliere l’etichetta perché è un’operazione che verrà fatta direttamente in discarica.

SCHIACCIARLE

  • Le bottiglie, bottigliette ed anche i flaconi di plastica vanno schiacciate prima di gettarle.
  • Si toglie il tappo e lo si tiene da parte.
  • Ma non tutti sanno che NON VANNO SCHIACCIATE PER VERTICALE ma vanno appiattite per orizzontale.
  • Le bottiglie devono essere schiacciate correttamente per essere riconosciute dagli impianti di selezione.

CHIUDERE IL TAPPO

  • È buona norma chiudere la bottiglia con il tappo.
  • Essendo anch’esso riciclabile nella plastica, aiuta a non far rientrare l’aria all’interno della bottiglia evitando così che riprenda la forma originaria.

Altra spina nel fianco dei cittadini alle prese con la differenziata è il tetrapack. Va nella carta o nella plastica il contenitore del latte o del succo di frutta? La raccolta, in questo caso, varia da città in città, bisogna quindi conoscere il regolamento del proprio comune, ma è comunque fondamentale rimuovere tutti i residui alimentari prima di buttarli. In chiusura, un altro dubbio atroce: si può buttare l’olio di frittura nel lavandino? No, così come quello esausto. Va chiuso in contenitori e portato in discarica.