Ragazzo abruzzese pestato dalla Polizia in Venezuela. Ecco il video shock

La sua unica colpa è stata quella di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Giovanni Scovino, ragazzo abruzzese di 33 anni, era nel parcheggio del Plaza Mayor Shopping Center Township Urbaneja a Lacheria (Venezuela) per raccogliere materiale da riciclare per un progetto della Fondazione La Tortuga.

Sfortunatamente per lui, quello è diventato il luogo di ritrovo di manifestanti anti-Presidente. Probabilmente Giovanni è stato scambiato proprio per uno di loro e per questo è stato pestato a sangue da una decina di membri della Guardia Nazionale venezuelana.

L’orribile scena è stata immortalata da un residente della zona e il video è finito sui social provocando giustamente indignazione. Anche perché nelle riprese si vede chiaramente che il giovane viene accerchiato e brutalmente picchiato con scudi e caschi senza avere la possibilità di spiegare chi sia.

Ecco il video:

https://www.youtube.com/watch?v=9vO_UVlhomw

Giovanni è finito in ospedale in terapia intensiva per una emorragia interna e qui ha ricevuto anche la visita del leader socialista Tarek William Saab.

I suoi aggressori sono stati arrestati e saranno processati per crimini che violano i diritti umani, mentre un alto ufficiale e tre sottufficiali sono stati rimossi dai loro incarichi e sono attualmente oggetto di indagini amministrative e disciplinari per “mancanza di vigilanza e controllo”.