Ragusa, ecco chi ha falciato i due bambini (e chi era a bordo con lui nel Suv)

Il conducente è il figlio del re degli imballaggi di Vittoria e ha precedenti penali.

Stabili, ma gravi. Sono queste le condizioni del bambino di 11 anni che ieri sera a Vittoria (Ragusa) è stato investito da un Suv insieme al cugino di 12 anni che è morto sul colpo. Ecco cosa ha detto la la direttrice dell’unita’ operativa di terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina Eloisa Gitto: “Il bambino è stato operato ma purtroppo non abbiamo potuto salvargli le gambe che sono state tranciate durante l’incidente. Le sue condizioni sono stabili ma gravi, è ancora in pericolo di vita“. Il piccolo, dopo un delicato intervento nell’ospedale di Vittoria, era stato trasferito in elisoccorso a Messina.

Nel frattempo emergono altri dettagli sulle persone a bordo del Suv. Alla guida c’era Rosario Greco il figlio di Elio Greco, il ‘re’ degli imballaggi di Vittoria. Gli esami hanno confermato la presenza nel suo sangue di una quantità di alcol quattro volte superiore a quello previsto. Si dovrà attendere qualche giorno, invece, per l’esito di quello tossicologico, anche se l’uomo ha confessato ai poliziotti di aver assunto cocaina prima di travolgere i due bambini.

Con lui a bordo del Suv c’erano altre tre persone: Angelo Ventura figlio del capomafia di Vittoria, Giambattista, Alfredo Sortino con vari precedenti penali, e Rosario Fiore.

Rosario Greco, l’autista del Suv, invece, ha precedenti penali per porto abusivo di armi e traffico di sostanze stupefacenti. È stato arrestato nel 2015 a seguito di diverse perquisizioni della Polizia che gli hanno ritrovato a casa armi. Anche ieri sulla sua auto che ha travolto i due cuginetti la Polizia ha rinvenuto uno sfollagente telescopico e una mazza da baseball.