Reddito di cittadinanza: perché molti hanno ricevuto una somma più bassa?

La modulazione è dovuta alle differenze di Isee tra il 2019 e il 2020.

Sono numerosi i beneficiari del reddito di cittadinanza che si sono accorti di aver ricevuto, per il mese di febbraio, una somma minore. Come mai è successo? Cosa si può fare? Nelle prossime righe, puoi trovare tutte le risposte a questo interrogativo.

Reddito di cittadinanza più basso: ecco cosa sapere?

C’è chi ha ricevuto un assegno per il reddito di cittadinanza ridotto di pochi euro. In altri casi, la decurtazione è stata a dir poco notevole. A cosa è dovuto tutto questo? Ai parametri Isee (i beneficiari dell’assegno voluto dal Movimento 5 Stelle dovevano rinnovarlo entro il 31 gennaio 2020).

L’Inps, per determinare la somma dell’assegno di febbraio, ha considerato l’Isee dell’anno in corso e non quello del 2019. Il ragionamento è molto semplice: in caso di Indicatore della Situazione Economica Equivalente più alto quest’anno, l’assegno del reddito di cittadinanza è più basso.

Per il 2019, l’ente previdenziale ha preso in considerazione i redditi del 2017 al fine della determinazione dell’assegno del reddito di cittadinanza. Per quel che concerne invece l’assegno del 2020, la base di calcolo parte dai redditi del 2018. Le linee guida in merito sono state messo in atto in ottemperanza alle norme previste dal Decreto Crescita.

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Coronavirus primo caso in Nigeria: è un italiano tornato da Milano

[/wonderplugin_cond]

Reddito di cittadinanza e Coronavirus: i cambiamenti per chi cerca lavoro

Oggi come oggi, a due giorni dall’uscita del DPCM per l’emergenza Coronavirus, non si sa ancora se si andrà o meno incontro a una rimodulazione dell’assegno (si sta parlando, anche se non ufficialmente, di una revisione di Quota 100).

Di certo c’è che la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo ha proposto una cassa integrazione in deroga per i lavoratori che hanno visto sospendere la propria quotidianità lavorativa per via del Coronavirus.

Dal momento che il sussidio è compatibile con la ricezione dell’indennità di disoccupazione Naspi, è ragionevole l’ipotesi di un aumento delle domande di accesso al reddito di cittadinanza nei prossimi mesi.

[wonderplugin_cond deviceinclude=”android”]

LEGGI ANCHE: Non depositano i regali per il matrimonio, il Fisco multa una coppia

[/wonderplugin_cond]