Reddito di cittadinanza: quando sarà erogata la somma di marzo?

Le date da ricordare sono il 27 marzo e il 15 aprile.

In questi giorni all’insegna dell’emergenza Coronavirus, non si spengono certo i riflettori su altri aspetti della vita economica e sociale del Paese. In questo novero è possibile includere l’erogazione del reddito di cittadinanza. Quali sono i riferimenti per gli accrediti di marzo? Scopriamoli assieme.

Reddito di cittadinanza di marzo: ecco cosa sapere

Quando verrà erogato il reddito di cittadinanza di marzo? Per rispondere a questa domanda in maniera completa è opportuno fare un distinguo. Da un lato bisogna considerare i beneficiari che hanno già la card e che devono solo ricaricarla. Dall’altro, invece, troviamo i cittadini che, a partire dal mese di gennaio, hanno iniziato a ricevere il sostegno economico voluto dal Movimento 5 Stelle.

LEGGI ANCHE: Ingerisce la clorochina per prevenire il Coronavirus: muore in Arizona

Reddito di cittadinanza: come sono cambiate le regole con il Decreto Cura Italia

Il Decreto Cura Italia ha impattato anche la vita di chi percepisce il reddito di cittadinanza. I cittadini in questione non devono infatti più considerare alcuni degli obblighi legati alla ricezione del sussidio. Di cosa stiamo parlando?

Dei colloqui di lavoro e del fatto di accettare per forza la terza proposta di lavoro presentata. Ricordiamo altresì che, a seguito del sopra citato decreto, i percettori dei reddito di cittadinanza non sono più tenuti a erogare prestazioni di lavoro presso le amministrazioni pubbliche.

Quando verrà erogato il reddito di cittadinanza di marzo

Premettendo il fatto che i beneficiari del reddito di cittadinanza sono tenuti alla presentazione dell’ISEE 2020 (in caso contrario il rischio è quello di vedersi sospendere l’assegno di marzo), ricordiamo che:

  • In caso di domanda di accesso al reddito di cittadinanza presentata prima del mese di marzo 2020, la ricarica verrà effettuata entro il 27 del mese corrente.
  • In caso di domanda di accesso al reddito di cittadinanza presentata entro il 31 marzo 2020, l’elaborazione dei pagamenti avrà come termine il 15 aprile. Poste Italiane si occuperà della distribuzione delle card con accreditata la somma completa spettante.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, ecco la lista di tutti i programmi tv cancellati