Reddito di Cittadinanza: scoperti 12 ‘furbetti’ nel Bergamasco

Sono tutti residenti nel bergamasco. Ecco quali sotterfugi avevano ideato per ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Sono accusati di indebita percezione del cosiddetto Reddito di Cittadinanza. Si tratta di 12 ‘furbetti’ individuati nel bergamasco che pur non avendone diritto, percepivano il sussidio. A scoprirli è stata la Guardia di Finanza.

Si tratta di 7 cittadini di origine italiana e 5 straniera residenti in vari comuni della provincia bergamasca, quali Costa Volpino, Casazza, Sovere, Villongo, Carobbio degli Angeli, Castelli Calepio, Clusone e Castione della Presolana.

Questi gli escamotage messi in pratica. Una signora lavorava in nero nonostante avesse presentato la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza, una signora di origine libanese aveva simulato la separazione dal marito per non dichiarare il reddito del coniuge di oltre 120mila euro.

LEGGI ANCHE: Le regole per un cappuccino perfetto.

Un signore marocchino aveva omesso di dichiarare compensi percepiti superiori a 17mila euro mentre un cittadino italiano non aveva indicato nel proprio stato di famiglia alcuni componenti del nucleo familiare titolari di redditi, né l’affitto incassato per un immobile dato in locazione.

Tra i furbetti anche due donne italiane che riscuotevano il sussidio pur essendo state assunte, un Italiano che non aveva indicato nella domanda lo stipendio del figlio convivente né il possesso di autovetture e un cittadino di origine pakistana che riceveva la misura di sostegno nonostante fosse residente e lavorasse da mesi a Londra.

Le posizioni irregolari sono state segnalate alla Direzione provinciale Inps di Bergamo per l’immediato blocco del beneficio e il recupero delle somme incassate indebitamente, quantificate in oltre 31mila euro. Ma non è tutto. i 12 furbetti dovranno anche rispondere all’Autorità giudiziaria in quanto hanno presentato una dichiarazione (Dsu) contenente dati falsi, omessi o incompleti al fine di ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Lo ricordiamo, il Reddito di Cittadinanza è una misura di contrasto alla povertà per accedere alla quale bisogna rispettare dei requisiti particolari di cittadinanza, residenza, soggiorno, reddituali e patrimoniali che vengono autocertificati con una Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu).

LEGGI ANCHE: A Roma il funerale di Luca Sacchi: assente Anastasia.

Da SaluteLab: Catherine Deneuve ha avuto un malore.