Resta impigliata al cancello di casa, 18enne morta nel Torinese

Dramma a Loranzé, comune a pochi chilometri da Ivrea.

Dramma a Loranzé, comune di mille abitanti della Città metropolitana di Torino, a pochi chilometri da Ivrea.

La scorsa notte una 18enne è morta impiccata al cancello di casa, una villetta monofamiliare in via Canton Prelle.

Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, rientrando a casa dalla serata trascorsa con gli amici in una discoteca, la ragazza si è accorta di non avere le chiavi e ha deciso di scavalcare ma è rimasta impigliata con gli abiti.

La tragedia è stata scoperta stamattina dalla sorella che la vittima non ha voluto svegliare per farsi aprire.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, i carabinieri della compagnia di Ivrea, a cui competono le indagini, e il medico legale dell’Asl To4.

Gli accertamenti del medico legale sono in corso. Probabilmente la 18enne è rimasta impigliata con il collo del maglioncino nella rete metallica del cancello, non è riuscita a staccarsi ed è morta soffocata.

Fonte della Foto: La Sentinella del Canavese.

ALTRI DRAMMI

Purtroppo, tragedie simili non sono rare. Nell’aprile scorso una bambina di tre anni ha perso la vita a Lerici, in provincia di La Spezia, travolta da un cancello di ferro di 2 metri per 4 che è uscito dalla guida.

Nel giugno dello scorso anno un ragazzino di 12 anni a Rozzano, nella città metropolitana di Milano, ha riportato una ferita all’addome dopo aver scavalcato un cancello mentre giocava. Una delle lance acuminate del cancello lo ha infilzato, provocandogli un taglio all’addome di quattro centimetri.

Da VoceControcorrente.it: Alan Kurdi è arrivata a Taranto con 88 migranti a bordo.

Da SaluteLab: Alzheimer, si può anticipare la malattia anche quando si è bambini?