Resta impigliato nel vigneto e parte un colpo dal suo fucile: morto cacciatore

Un uomo di 63 anni è morto ieri – domenica 9 settembre – in un incidente di caccia, a Massa Martana, in provincia di Perugia.

Il cacciatore, Eriberto Pagliari, si trovava in radura.

Stando a quanto emerso dai rilievi dei Carabinieri, l’uomo è stato raggiunto accidentalmente da un colpo partito dal suo fucile, un calibro 12 automatico.

Come si apprende da Ansa.it, l’uomo era solo e gli investigatori ritengono che il colpo sia partito quando si è chinato per passare tra i filari di una vigna abbandonata nel tentativo di recuperare una colomba appena abbattuta.

I carabinieri hanno rinvenuti nella radura due bossoli.

L’allarme è stato lanciato dalla moglie dopo non averlo visto rincasare per pranzo. La donna ha chiamato due amici che si sono recati nel luogo dove l’uomo era solito cacciare e hanno trovato il corpo.

Pagliari – come si legge su LaNazione.it – era accasciato tra le sterpaglie.

Il colpo che ha ucciso l’uomo lo ha centrato in pieno sotto all’ascella destra. Il 63enne, perdendo subito conoscenza, non è riuscito a chiamare i soccorsi.

Il Pubblico Ministero ha disposto l’autopsia per cercare di ottenere ulteriori informazioni per la ricostruzione definitiva della tragedia.

[button-yellow url=”https://www.cronacasocial.com/uccide-a-caccia-una-giraffa-nera-ecco-perche-lho-fatto/” target=”_blank” position=”center”]Uccide a caccia una giraffa nera. “Ecco perché l’ho fatto”[/button-yellow]