Riaprire le case chiuse? Matteo Salvini: “Il M5S non la pensa come me”

Ero e continuo a essere favorevole alla riapertura delle case chiuse. Non c’è nel contratto di governo, perché i 5S non la pensano così, però io continuo a ritenere che togliere alle mafie, alle strade e al degrado questo business, anche dal punto di vista sanitario“, sia la strada giusta e “che il modello austriaco sia quello più efficiente“.

Queste le parole di Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, a margine della cerimonia di consegna di Costa Venezia, a Monfalcone, rispondendo a una domanda specifica.

Salvini, però, ha poi aggiunto, scherzando con la stampa: “Non aggiungiamo però problema a problema, chiudiamo prima quelli aperti prima di riaprire le case chiuse“.

Intanto, martedì prossimo, 5 marzo, la Corte Costituzionale deciderà circa l’incompatibilità o meno con i dettami della Carta della Legge Merlin, entrata in vigore nel 1958.

Il ricorso alla Consulta, come si legge su IlTempo.it, è partito dal processo sui presunti accompagnamenti di escort in gran quantità presso le residenze di Silvio Berlusconi.