Ecco come riconoscere l’uomo giusto: consigli per donne disincantate

Ecco i campanelli d’allarme che fanno capire alle donne se stanno frequentando l’uomo giusto.

Quando eravamo bambine ci hanno mentito. Il Principe azzurro non esiste. L’uomo perfetto che arriva sul suo destriero, che ci prende e ci porta via, che ci promette che vivremo per sempre “felici e contenti”… ecco, lui non esiste.

Esistono, invece, uomini imperfetti con cui non andremo (sempre) d’accordo e con cui (qualche volta) non condivideremo i nostri spazi. Eppure proprio uno di loro, sarà l’uomo con cui passeremo il resto della nostra vita.

Sì, proprio così. Il fatto è che la perfezione non è di questo mondo (e neppure dell’altro per i non credenti!), e noi, che abbiamo capito che Cenerentola, Biancaneve e Rosaspina vivevano in un mondo tutto loro, ci siamo adeguate.

Ma attenzione. Una cosa è appianare le divergenze, abbozzare, cedere a turno un po’ la corda e venirsi incontro a metà strada. Un’altra è lasciarsi sopraffare da distanze incolmabili e risolvibili solo a senso unico. In questo caso la soluzione è una sola: mollare la presa. E ci sono dei campanelli d’allarme che ci avvertono in tempo.

Se lui non rispetta i tuoi hobby e sminuisce i tuoi sogni e i tuoi obiettivi facendoti credere che non li raggiungerai mai; se non riesce ad essere onesto con te e mente ripetutamente, se non ti è accanto nei momenti difficili, allora lui non è l’uomo giusto. Se tu non riesci a pensare ad una vita insieme, se con lui non stai bene e non sei onesta, non è l’uomo per te.

Se usa violenza psicologica o anche solo verbale nei tuoi confronti, non è l’uomo giusto per te.

Se ti picchia, lascialo immediatamente e vai a denunciarlo.

Leggi anche: passione al capolinea? Ecco come riaccenderla.