“Rischiamo centinaia di morti al giorno”, Johnson annuncia nuove misure restrittive

Torna la paura per il Covid-19 nel Regno Unito

Torna l’emergenza (e la paura) in Regno Unito per il Covid-19. Boris Johnson, premier britannico, ha affermato che il Paese è arrivato a «un pericoloso punto di svolta» e «si deve agire ora» per evitare «conseguenze più gravi».

Johnson, in apertura del suo discorso ai Comuni, ha annunciato nuove misure restrittive per combattere l’epidemia di coronavirus, senza le quali – hanno avvertito anche i suoi consulenti scientifici – nel Regno Unito ci saranno centinaia di morti al giorno a novembre.

Di conseguenza, in Inghilterra, da giovedì prossimo, pub, bar e ristoranti dovranno chiudere anticipatamente alle 22 e sarà previsto solo il servizio al tavolo.

Inoltre, parziale riapertura degli stadi «non ci sarà». Tra le altre misure anti-Covid anche l’obbligo di indossare le mascherine esteso a tassisti e staff nei negozi e nelle strutture ricettive. Inoltre a matrimoni e banchetti saranno ammesse da lunedì un massimo di 15 persone, fino a 30 ai funerali. La regola delle sei persone sarà estesa anche a tutti gli sport per adulti al chiuso.

Photo by SJ Objio on Unsplash

LEGGI ANCHE: Lutto per Sylvester Stallone, è morta la mamma.

Johnson ha anche rimarcato che le nuove regole anti-Covid annunciate in Inghilterra non sono un ritorno a un pieno lockdown ma i dipendenti che possono lavorare da casa dovrebbero farlo.

In Inghilterra, poi, multe raddoppiate a 200 sterline per coloro che non rispetteranno l’obbligo della mascherina o la ‘regola dei sei’. Il premier ha avvertito che se le nuove misure anti-Covid non faranno scendere l’indice di trasmissione Rt sotto 1, allora il governo «dispiegherà una maggiore potenza di fuoco con restrizioni significativamente maggiori».

Nel Regno Unito il livello d’allerta per la diffusione del coronavirus è stato alzato a quattro, il più alto da metà giugno. Oltre 4 mila nuovi casi di coronavirus sono stati registrati ieri e gli scienziati hanno lanciato l’allarme, avvertendo che si rischia di arrivare a 49 mila nuovi contagi al giorno per metà ottobre se si continua con questo trend.

LEGGI ANCHE: Coronavirus su imballaggi di calamari congelati