Risolto il giallo dei funerali di Jessica Valentina Faoro

Ieri, sabato 17 febbraio, avrebbero dovuto svolgersi i funerali di Jessica Valentina Faoro, la 19enne uccisa con 40 coltellate a Milano lo scorso 7 febbraio.

Invece, non è stato così.

Come si apprende da IlGiornale, il motivo della mancata celebrazione del rito funebre sarebbe da addebitare a una mancanza di comunicazione tra il Comune di Milano e i genitori della ragazza uccisa dal 39enne Alessandro Garlaschi.

Del funerale si conoscevano luogo, data e parroci celebranti diversi.

Intervistato dal Corriere della Sera qualche giorno fa, don Gino Rigoldi – cappellano del carcere milanese Cesare Beccaria che, nella Comunità Nuova, da lui presieduta, aveva accolto Jessica – si era offerta di pagare lui stesso per il rito funebre, perché si era detto che nessun familiare si era fatto avanti.

Don Rigoldi, infatti, conosceva Jessica, così come il 19enne fidanzato Alessandro, detenuto a Busto Arsizio.

Il Comune di Milano, poi, aveva fatto sapere che che le spese del funerale sarebbero state a carico dell’amministrazione meneghina.

Venerdì scorso, però, la nota dei genitori della ragazza: “Noi genitori di Jessica Faoro, insieme e uniti in questa vicenda, anche con Andrea (il fratello, ndr), informiamo che il rito funerario verrà celebrato il 24 febbraio 2018. Nell’occasione desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno manifestato con fatti e parole il proprio affetto per Jessica, precisando che le donazioni sino a oggi raccolte e già ricevute ci hanno permesso di anticipare una parte dei costi connessi alla sepoltura“.

E ancora: “Vogliamo tacitare uno sterile e inutile dilagare di notizie circa i funerali. Pur nel dolore della vicenda, sin dalla giornata di martedì 13 febbraio avevamo già individuato il luogo di celebrazione del rito, quale luogo di ritrovo di nostra figlia con alcune amiche, e versato i costi per le esequie alle onoranze interpellate dalla madre. Non abbiamo chiesto aiuti (…). Non abbiamo voluto sino a oggi dare spiegazioni su come e quando abbiamo dovuto provvedere all’organizzazione dell’ultimo saluto a Jessica“.

Inoltre, i familiari di Jessica hanno chiesto di “porre fine a notizie che non solo mancano di rispetto a noi, ma a chi ci ha già ampiamente sostenuto e, soprattutto, a nostra figlia”.

Infine, eventuali futuri contributi andranno “ad associazioni attive contro la violenza sulle donne“.

I funerali di Jessica Faoro saranno celebrati il 24 febbraio, alle 11, nella parrocchia di San Protaso, in piazzale Brescia e il celebrante sarà don Paolo Zago.