Risotto ai funghi porcini: la ricetta di questo piatto famoso

Cucinato con funghi freschi o secchi, è un primo piatto veloce e un must nella tradizione culinaria italiana.

Risotto ai funghi porcini

Il risotto ai funghi porcini può avere un gusto più o meno deciso, questo dipende dal fatto di usare o meno i funghi secchi. Questi infatti hanno una ‘potenza’ maggiore. A prescindere da come si decida di farlo, è un primo versatile che prevede diverse varianti.

Noi oggi utilizzeremo i funghi porcini freschi della migliore qualità, utilizzabili anche per delle lasagne veg, il pollo o delle mitiche tagliatelle. Ma procediamo con ordine e vediamo cosa disporre sul tavolo di lavoro per cominciare:

  • 280 g riso Carnaroli;
  • Tre o quattro porcini freschi e sodi;
  • Uno scalogno;
  • Mezzo bicchiere di vino bianco;
  • 150 cl di brodo (di carne o vegetale);
  • 50 g di burro;
  • 100 g di parmigiano reggiano;
  • Prezzemolo;
  • Olio extravergine di oliva;
  • Sale e pepe q.b.

Prima di tutto bisogna pulire i funghi porcini. Con un coltello raschiamo il gambo e tagliamo le parti più legnose. Con una spazzolina o un pennello a setole dure, invece, eliminiamo accuratamente la terra. Mi raccomando, non vanno lavati!

Risotto ai funghi porcini

LEGGI ANCHE: Omelette prosciutto e formaggio: la ricetta del piatto francese famoso nel mondo

Dopodiché tritiamo finemente lo scalogno e mettetelo a soffriggere in un po’ di olio evo. Quando sarà diventato trasparente, incorporiamo il riso che andrà fatto tostare per qualche minuto. Sfumiamo con il vino bianco, tenendo ancora la fiamma vivace, e mescoliamo fino a quando non sarà evaporato.

A questo punto cominciamo a bagnare il riso con il brodo. Aggiungiamo i gambi dei funghi, tagliati a dadini, continuando a bagnare. Intanto, tagliamo i cappelli a lamelle e incorporiamoli al riso quando è quasi cotto. Un po’ vanno conservati per la guarnizione finale.

Una volta giunto a cottura, spegniamo il fuoco; aggiungiamo il burro, il formaggio e il prezzemolo per la mantecatura. A questo punto facciamo riposare per un paio di minuti, controllando che sia ancora all’onda (cioè non completamente ritirato e compattato). Non ci resta che impiattare il nostro risotto ai funghi porcini e servirlo ancora caldo.

Alcuni piccoli suggerimenti finali: prima battiamo il piatto sul tavolo per livellare il contenuto. Completiamo con le lamelle messe da parte e una spolverata di pepe nero, meglio se appena pestato.

LEGGI ANCHE: Come trattare l’indigestione con il limone.