Rita Dalla Chiesa e la separazione da Frizzi: “Mi stringeva la mano mentre firmavamo”

La nota conduttrice ha raccontato all’Huffington Post un aneddoto sconosciuto del suo rapporto con l’ex marito.

Rita Dalla Chiesa continua a ricordare con affetto Fabrizio Frizzi. I due sono stati sposati dal 1992 al 2002, ma anche dopo il divorzio sono rimasti in ottimi rapporti. E per lui la conduttrice e giornalista ha speso parole commoventi anche in occasione della sua recente intervista all’Huffington Post.

Era l’amico della notte che mi telefonava sempre – ha raccontato – un ragazzo che conobbi con una sciarpa di seta bianca e una rosa rossa che poi mi regalò (…). Il rapporto era talmente forte e molto possessivo per entrambi, ma siamo stati bene insieme. Gli sono grato di quello e basta. Ho sofferto più quando ci siamo separati che quando è morto”.

Poi ha rivelato un aneddoto sconosciuto che fino ad oggi ha gelosamente custodito nel suo cuore e che riguarda, appunto, uno dei momenti più brutti: la separazione. Ecco cosa è successo quando i due andarono a firmare per mettere definitivamente la parola fine al loro matrimonio.

Mi prese la mano e abbiamo firmato insieme. Lui poi è venuto a togliermi la fede e io a lui. Un amore fortissimo, il vostro, come quello del pubblico per lui. Fabrizio non è stato però ripagato della sua fedeltà sul lavoro. Berlusconi lo voleva a tutti i costi e a ogni prezzo, ma lui rimase sempre fedele alla sua Rai, ma la Rai di quel periodo non è stata fedele a Fabrizio. Per un periodo non ha più lavorato, tra l’altro. Da quando durante Miss Italia Del Noce gli disse in diretta che quella era una trasmissione noiosa e lenta. Tu non puoi dire quella frase a un conduttore che sta portando faticosamente a casa una trasmissione che dura quattro ore. Dal tuo direttore di rete ti aspetti un ‘bravo’, non una critica e perlopiù in diretta. La faccia di Fabrizio in quell’occasione non me la dimenticherò mai”.

Leggi anche: Giovanni Ciacci in causa con la Rai, ecco perché.