Ritrova 13mila euro e li riconsegna. “Neanche un caffè offerto”

Enrico-Schettino

Ha restituito un borsello con all’interno 13mila euro, lo riconsegna ma il possessore non gli offre neanche un caffè.

È successo a Napoli.

Il protagonista onesto (il perché lo scoprirete leggendo) di questa storia è Enrico Schettino, avvocato, ideatore e gestore di 18 ristoranti del marchio Giappo e di un’Accademia di Formazione che forma professionalità che vogliono entrare nella ristorazione nipponica.

La vicenda è stata raccontato dallo stesso Schettino a NapoliToday: una “donna mi ha inviato un messaggio Instagram in cui mi chiedeva se avessimo trovato un portafogli nel mio ristorante di Chiaia, dove aveva mangiato nei giorni precedenti. Era disperata, aveva perso tutti i soldi delle vacanze. Sono corso al ristorante, l’ho messo sottosopra e ho trovato il portafogli della Disney con la sirenetta. Non ho neppure contato i soldi, mi sono recato in polizia e li ho consegnati“.

La donna, inoltre, aveva detto all’uomo di avere perso una cifra inferiore rispetto a quella rinvenuta: “Pensa che mi aveva detto avesse perso 6500 euro e 5000 dollari, e gliene ho restituiti di più: 6500 euro e 6900 dollari“.

A ritirare il borsello è stato il fratello della turista, atterrato a Napoli da Jakarta (Indonesia).

Come raccontato sempre a NapoliToday, “il fratello della turista mi ha dato la spiegazione del perché avesse tutti quei soldi. Metà erano suoi, metà del compagno ed erano in Italia in vacanza per fare shopping. Meglio contanti della carta perché le banche in Italia prendono commissioni molto alte sul loro cambio“.

Tuttavia, poca riconoscenza concreta da parte dei turisti: “La differenza tra un napoletano ed uno straniero: io gli ho restituito 13mila euro dopo 3 giorni e oltre 4 ore perse in polizia, lui non mi ha offerto neanche un caffè al bar. Ma noi siamo uomini d’amore…diceva il buon De Crescenzo“.

VIDEO: