Ritrovati i cellulari di Diego ed Elena, i due bambini uccisi dal padre

Si trovavano in una campana per la raccolta del vetro a Margno (Lecco).

Foto dal profilo Facebook di Mario Bressi.

Sono stati trovati due telefonini in una campana per la raccolta del vetro in piazza della funivia, a Margno, a poca distanza dalla casa di villeggiatura dove Mario Bressi, nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 giugno, ha ucciso i suoi due gemelli di 12 anni, Diego ad Elena.

Molto probabilmente quei due smartphone appartenevano ai due bambini perché il padre, prima di gettarsi da un ponte, ha continuato a inviare messaggi alla moglie Daniela Fumagalli tramite WhatsApp per comunicarle che non avrebbe più rivisto i suoi figli e per addebitarle la colpa di quanto successo. Il cellulare dell’uomo, infatti, non è stato ancora rinvenuto.

Foto dal profilo Facebook di Mario Bressi.

I telefonini saranno analizzati dai carabinieri che indagano sul caso, coordinati da Antonio Chiappani, procuratore di Lecco, e dal Pm Andrea Frigoni. Sotto analisi anche il personal computer di Bressi, mentre domani saranno eseguite le autopsie sui corpi di Diego ed Elena così anche da capire se siano stati sedati o meno prima di essere uccisi per soffocamento.

LEGGI ANCHE: Mario Bressi ha preparato la cena ai suoi due figli prima di soffocarli.