Rocco Siffredi e la sua ‘proposta’ a Berlusconi

C’è un filo doppio che lega Rocco Siffredi ad Ilona Staller, alias Cicciolina: cinema per adulti e politica.

Ebbene sì, dopo l’elezione dell’ex pornoattrice a Deputata del Partito Radicale (siamo nel 1987), adesso è il re italiano dell’hard che ci prova.

Che avesse simpatie ‘a destra’ è cosa ormai nota dai tempi dei fasti di Arcore, quando difese a spada tratta il Cavaliere dalla bufera che lo investì. Ma adesso fa sul serio e pensa a scendere in prima fila in politica. Durante il suo recentissimo intervento radiofonico alla trasmissione ‘La Zanzara’ di Radio24 è stato chiaro.

Silvio Berlusconi resta il numero uno, se dovesse chiamare, io risponderei subito sì” ha fatto sapere.

Insomma, in questi giorni concitati di ‘casting’ per dare forma alle liste che si scontreranno il prossimo marzo, il Cavaliere si è ritrovato con un aspirante in più che potrebbe decidere di ‘provinare’.

L’intervento radiofonico, com’era prevedibile, ha fornito anche l’occasione per ritornare sulla querelle con la collega Cicciolina che proprio a ‘La Zanzara’ gli aveva dato dello ‘str***o’ e del ‘fulminato’ perché lui a ‘Le Iene’ aveva dichiarato che lei “puzzava di latte di capra”.

Mi scuso con la donna – ha dichiarato – ma non con Cicciolina. Sono stato un suo grande fan ed ho immaginato 50 mila volte di stare con lei”.

Chissà come la prenderà la diretta interessata.