Rom difendono i ladri nel campo, poliziotti aggrediti

campo rom

Lancio di pietre, bottiglie e altri oggetti contro la polizia perché era entrata in azione per arrestare dei malviventi.

È successo nel campo Rom del Prenestino, a Roma.

L’aggressione è avvenuta nella notte fra sabato e domenica.

Come si legge su IlGiornale.it, quattro zingari hanno cercato rifugio nel campo rom con il bottino di un furto in un appartamento nel bagagliaio della loro auto.

Una volta che la volante di polizia è entrata nel campo rom, un centinaio di nomadi ha cominciato a scagliare oggetti contro gli agenti.

Vista la situazione, sul posto sono arrivate altre volanti e, nonostante l’aggressione, i poliziotti hanno ritrovato parte della refurtiva e arrestato uno dei ladri, un serbo di 39 anni, pregiudicato, evaso dai domiciliari.

L’aggressione è stata commentata su Facebook dal leader della Lega, Matteo Salvini:

“Questi zingari ‘lavorano’ anche a Pasqua… Ho pronta una democratica e pacifica ruspa”.

Come si legge su IlMessaggero.it, non è la prima volta che i nomadi di via dei Gordiani si dimostrano intolleranti e violenti nei confronti dei poliziotti.

Già qualche mese fa ci fu un’aggressione a un’auto della Polizia.