Roma, congolese di 21 anni accoltella vigilante e si uccide

Il vigilante è ricoverato al Poliniclico Umberto I: non è in pericolo di vita.

Non è in pericolo di vita il vigilante accoltellato in un tunnel della stazione Tiburtina della metro B di Roma.

L’uomo, 55 anni, è ricoverato al policlinico Umberto I.

A ferire la guardia giurata con diverse coltellate alla gola per rubargli la pistola e poi togliersi la vita è stato un congolese di 21 anni.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il giovane soffriva di problemi psichici: escluso, quindi, il gesto di stampo terroristico.

IL SINDACATO

Servizi come quello che stava svolgendo oggi il collega alla stazione della metro B Tiburtina dovrebbero essere svolti da guardie che abbiano uno specifico addestramento e protezioni. Quando è stato aggredito si trovava solo. Il servizio era stato disposto così? La Questura, che deve approvare i servizi, sapeva che il collega si trovava da solo a svolgere servizio? E la Polizia Ferroviaria, che questi servizi li sovrintende, era al corrente delle modalità del servizio? Dovrebbero essere almeno in due gli operatori impegnati in queste situazioni, similmente a quanto avviene per le forze di polizia in ambito ferroviario“.

Così, in una nota, Vincenzo Del Vicario, segretario nazionale del Savip, sindacato autonomo vigilanza privata. “Delle guardie giurate sembra non curarsi nessuno né la Questura di Roma né il Ministero dell’Interno. Esistono, dunque, responsabilità dei delinquenti ma esistono anche quelle di chi, in condizioni di rischio, lascia che ci si mandi allo sbaraglio“, ha aggiunto.

DANIELA SANTANCHÈ

“Bisognerà far chiarezza sull’accaduto ma conferma, nell’accezione di maggiore disperazione, come e quanto sia profondo il malessere diffuso nella nostra nazione”.

Così Daniela Santanchè (Fratelli d’Italia), che ha aggiunto: “Siamo lontani dall’integrazione buonista di una certa sinistra. Noi non vogliamo un Governo che torni a fare la morale sullo Ius soli e poi non è in grado di controllare forme, a volte di disperazione, altre di illegalità che alimentano e aumentano l’insicurezza nelle nostre città“.

Leggi anche: 15enne rapita chiama tre volte la Polizia ma non viene creduta: è morta.

Da SaluteLab: I miopi hanno un rischio maggiore di diventare ipovedenti.