Roma: padre-orco offriva la figlia disabile per rapporti sessuali

Una storia triste e agghiacciante. È quella che arriva da Monteverde, in provincia di Roma, dove un padre-orco, da ben quattro anni, era solito adescare giovani per strada per avere (e riprendere) dei rapporti omosessuali con loro in cambio di denaro e sesso con la figlia. Una ragazzina di soli 15 anni e disabile. Fortunatamente è stato arrestato.

 

È finito in manette grazie ad un ragazzo, un extracomunitario, che era stato abbordato proprio dal mostro. L’uomo, come ha raccontato il giovane, lo aveva fermato proponendogli il solito pacchetto: soldi e rapporti sessuali. Il ragazzo ha accettato e preso accordi, ma poi è andato al commissariato per denunciare l’accaduto.

A quel punto è scattata la trappola. I Carabinieri hanno seguito l’extracomunitario all’appuntamento e sono entrati in azione quando il giovane ha inviato loro degli sms in cui spiegava che in auto c’era anche la ragazzina e che il padre gli stava spiegando come si sarebbero le svolte le cose.

Il padre della 15enne è finito in manette con le accuse di maltrattamenti, detenzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale di gruppo. Sul suo telefonino e a casa sono stati trovati filmati amatoriali hard in cui si vedono gli abusi di estranei ai danni della figlia e l’uomo che partecipa attivamente alle scene di sesso.