Roma, turista finlandese violentata e picchiata da un bengalese

Nuovo caso di violenza sessuale in Italia.

Stavolta è avvenuto a Roma, nei pressi della stazione Termini, dove un bengalese di 22 anni ha stuprato, picchiato e rapinato una turista finlandese di appena 20 anni.

La violenza è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato, quando – come si apprende da Ansa.it – la giovane, doppo una serata con le amiche, è stata avvicinata dal bengalese che si è offerto di accompagnarla a casa.

La ragazza – come si legge su Messaggero.it – stava cercando un taxi quando l’uomo l’ha avvicinata per darle un passaggio con la propria auto, sostenendo che fosse parcheggiata non lontano.

La turista ha accettato il passaggio, tranquillizzando l’amica che, invece, era titubante.

Dopo un centinaio di metri, l’uomo ha tentato un approccio sessuale e non ha desistito neanche quando una residente si è accorta di quanto successo e ha cominciato a gridare, chiedendo aiuto.

Poi, minacciata di morta, il bengalese l’ha picchiata con una pietra, l’ha trascinata in una zona buia e l’ha violentata. Dopodiché le ha rubato anche 40 euro ed è fuggito.

L’uomo è stato bloccato dalla polizia sabato scorsi, nei pressi di piazza Fiume.