Si ubriaca in Romania e si sveglia a Londra con lividi sul volto

Quella che vi stiamo per raccontare è la storia di una sbornia da record.

E non perché il protagonista ha bevuto tanto ma per il numero di chilometri percorsi senza rendersene conto.

Il suo nome è Mihai Danciu, disoccupato e rumeno, padre di due figli.

Alcuni giorni fa – come si legge su FanPage.it – è uscito per bere un paio di birre in un pub della sua città, Albesti.

Poi, senza capire come e perché, Mihai si è svegliato, in preda ai postumi della sbornia, a Londra!

In pratica, l’uomo ha percorso oltre 2.650 chilometri.

La storia è stata raccontata da una sua connazionale, infermiera al Whipps Cross Hospital che, una volta nota la storia, ha pubblicato su Facebook una foto e un appello per aiutarla a rintracciare l’identità dell’uomo:

Quest’uomo è stato trovato ubriaco e sembra essere stato picchiato, era in un cortile. È stato portato al nostro ospedale, ma mi ha detto di non conoscere nessuno a Londra e di essere stupito di non essere più in Romania. Non ha idea di come siamo arrivati a Londra. Se qualcuno lo conosce e volesse mandarmi un messaggio privato, lo girerò a lui. È stato ricoverato nel reparto dove lavoro“.

E, fortunatamente, qualcuno ha riconosciuto Mihai Danciu.

A quanto si è appreso, l’uomo non sarebbe nuovo alle sbornie ma di certo mai così ‘itineranti’.

Danciu, cercando di spiegare quanto successo, ha detto: “L’ultima cosa che mi ricordo è che stavo andando al pub di Albesti con gli amici, stavamo scommettendo sulla possibilità che trovassi un lavoro…“.

Ora si è attivata la macchina organizzativa per riportarlo a casa.