Royal wedding: il trucco per ‘corrompere’ Charlotte e George

La sposa era bellissima, ma i paggetti e le damigelle… loro erano semplicemente adorabili.

E perfetti. Sì, proprio così. A dispetto della loro tenera età (la più piccola aveva 2 anni, i più grandi 7), i 10 bambini che hanno accompagnato gli sposi Meghan Markle e Harry d’Inghilterra sono stati impeccabili.

Tra loro spiccavano i royal baby Charlotte e George, i figli di William e Kate, i nipoti degli sposi. C’erano anche i due figli di Jessica Mulroney (la migliore amica di Meghan), e i vari figliocci degli sposi.
Anche questa è stata una delle novità di questo royal wedding che non ha visto la presenza di damigelle maggiorenni.

Tuttavia, a parte la tenerezza delle bimbe in bianco con tanto di coroncina floreale in testa e dei maschietti in ‘divisa’, quello che ha colpito è stata la ‘professionalità’ dei bambini. A parte qualche linguaccia dalla macchina, i ‘fab ten’ non hanno pianto, urlato, sono stati sempre composti durante la cerimonia. Il che è davvero incredibile considerando l’età.

https://www.instagram.com/p/Bi9aKGbgZLM/?taken-by=kensingtonroyal

Tutto merito di un trucco. Lo ha rivelato uno degli invitati alla rivista ‘People’: paggetti e damigelle sono stati ‘corrotti’. Con cosa? Con dolci, ovvio.

Ero seduto proprio lì vicino – ha raccontato – e ho visto la tata corrompere la più piccola delle damigelle (Charlotte, ndr) con il cartone Peppa Pig e gli Smarties. È stato piuttosto divertente. Charlotte era davvero dolce. Un’altra bambina a un certo punto le ha chiesto se si poteva uscire e lei ha risposto ‘No, non puoi ancora. Dobbiamo aspettare fino a quando non ci danno il permesso’”.

Princess Charlotte (L) waves by her mother Britain’s Catherine, Duchess of Cambridge after attending the wedding ceremony of Britain’s Prince Harry, Duke of Sussex and US actress Meghan Markle at St George’s Chapel, Windsor Castle, in Windsor, on May 19, 2018. (Photo by Jane Barlow / POOL / AFP) (Photo credit should read JANE BARLOW/AFP/Getty Images)

A quanto pare l’espediente è stato messo in pratica anche dal fotografo Alexi Lubomirski che, secondo il protocollo, aveva a disposizione solo mezz’ora per le foto. Sempre secondo il racconto dell’invitato, il fotografo ha chiesto ai bambini “A chi piacciono gli smarties?”. Paggetti e damigelle hanno risposto in coro scoppiando poi a ridere. E in quel momento ha scattato le foto. Altro che cheese.

https://www.instagram.com/p/BjCrX9jgAzg/?taken-by=theroyalfamily