Salvini imbavagliato dalle Brigate Rosse, il leader della Lega: “Questa è vera violenza”

Matteo Salvini

Matteo Salvini imbavagliato con dietro la bandiera delle Brigate Rosse, l’organizzazione terroristica di estrema sinistra che, tra il 1970 e il 1988, ha seminato paura e morte in Italia.

Un’immagine per niente divertente, condivisa su Facebook da Vento ribelle, con la didascalia: “Ho un sogno“.

Su tutte le furie il leader della Lega Nord che, sulla propria pagina, ha scritto: “Incredibile. Questa è vera violenza. Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: andiamo a governare!“.

Oggi stesso – ha promesso Salvini – denunceremo l’autore e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto il suo contrario su episodi di presunta violenza“.

Il riferimento è a quanto avvenuto a Como, ovvero l’irruzione di un gruppo di una quindicina di naziskin del Veneto Fronte Skinhead nella sede di un’associazione pro migranti.

Salvini, infatti, ha sminuito il fatto, definendo i protagonisti “quattro ragazzi” a cui si è data troppo importanza.

Sono altrettanto sicuro – ha aggiunto il leader della Lega – che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. Ovviamente mi auguro che dopo tante chiacchiere su fake news e violenza, su Facebook partano indagini vere e approfondite sull’autore di questo gesto“.