Sanremo 2018, inizio agitato: uno sconosciuto sul palco

Il Festival di Sanremo 2018 è cominciato subito con una sorpresa.

Non appena Fiorello è salito sul palco dell’Ariston per fare da ‘scalda pubblico’, un uomo ha fatto altrettanto con una specifica richiesta: parlare con il Procuratore della Repubblica.

Lo showman siciliano, comunque, è stato bravissimo a prendere la situazione in mano (citando gli episodi simili accaduti a Pippo Baudo) e, dopo che l’uomo è stato allontanato, non sono mancate le battute, come “lo sapevo che non ci dovevo venire“.

Lo sketch di Fiorello è durato circa mezz’ora e ha entusiasmato il pubblico con una raffica di battute – anche politiche, indirizzate alcune al direttore della Rai, Mario Orfeo – e una performance musicale finale, facendo un mix di testi e musica dei brani più famosi di Claudio Baglioni e Gianni Morandi, anche quest’ultimo ospite della prima puntata del Festival.

Dopo Fiorello, è stata la volta del direttore artistico, Claudio Baglioni, con il suo monologo sulla bellezza della musica, dopodiché l’entrata degli altri due conduttori: Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker.

Infine, la prima cantante sul palco: Annalisa. A seguire si esibiranno Ron, The Kolors, Max Gazzè, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Mario Biondi, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. E poi Lo Stato Sociale, Noemi, i Decibel (Enrico Ruggeri, Silvio Capeccia e Fulvio Muzio), Elio e le Storie Tese, Giovanni Caccamo, Red Canzian, Luca Barbarossa, Diodato e Roy Paci, Nina Zilli, Renzo Rubino, Enzo Avitabile e Peppe Servillo. Le Vibrazioni chiudono la gara.

Foto: Repubblica.it.