Sanremo 2020, Amadeus: “Sarei felice se ci fosse Madonna”

Cos’ha detto il conduttore televisivo ai Lunatici sul Festival di Sanremo.

Amadeus sarà il conduttore e il direttore artistico della prossima edizione del Festival di Sanremo.

Intervenuto ai microfoni di Rai Radio2, nella trasmissione I Lunatici, il noto personaggio televisivo ha affermato: “L’emozione per il Festival? È ancora presto. Siamo nella fase dell’entusiasmo e della curiosità. Sta iniziando la parte divertente, in cui incontri la discografia, ti presentano i progetti, senti le canzoni, cominci a parlare di super ospiti, inizi ad incontrare qualcuno, è la parte creativa, quella più bella. E sta iniziando in questi giorni. Iniziamo a ricevere delle canzoni, a pensare agli ospiti, ai super ospiti, da ora inizia la parte più divertente. E poi inizierà anche la parte legata ai giovani. Stanno iniziando ad arrivare le richieste, tra tutte le adesioni che arriveranno ne resteranno sessanta, poi venti, e alla fine saranno otto i cantanti giovani che porterò a Sanremo“.

Per me – ha aggiunto il conduttore 57enne – è l’apice di una carriera. Chi fa questo mestiere in Sanremo vive il momento più importante. Mi sto accorgendo ora con mano della potenza mediatica del Festival. Quando fai Sanremo è il massimo che possa accadere per chi fa questo mestiere. Questo non significa che se non lo fai la tua carriera non è importante ma il Festival è come per un calciatore la finale dei mondiali“.

Sulle prime indiscrezioni che cominciano a circolare, Amadeus ha detto: “Le leggo e ci sorrido. Non ho nulla contro le indiscrezioni. Una volta si tendeva a tenere qualsiasi cosa segreta e si pensava che le indiscrezioni disturbassero. Ma per me Sanremo è di tutti. Tutti dicono qualcosa del Festival, tutti possono giudicarlo, apprezzarlo o criticarlo. C’è un interesse talmente alto che è ovvio che girino indiscrezioni, consigli velati e cose del genere. Comunque se venisse Madonna a Sanremo sarei felice. Magari. Fiorello e Jovanotti? Sono due fratelli, siamo cresciuti insieme, abbiamo vissuto insieme dei periodi bellissimi negli anni ’80. Rosario mi ha detto che vuole esserci, conosco talmente bene entrambi che sanno che c’è una porta aperta e quando avranno piacere di esserci possono venire tranquillamente. C’è una tale confidenza tra di noi che davvero la porta è aperta. So che ogni tanto Fiorello e Jovanotti si sentono in segreto, Lorenzo mi ha detto che Fiore lo chiama quasi tutti i giorni ma non ha voluto aggiungere altro. Qualsiasi cosa mi farà piacere“.

Leggi anche: Marco Masini: “Mi dicevano che portavo sfortuna”.

Da SaluteLab: Tumori, per la prima volta calano i casi in Italia.