Sanremo 2020, Diodato ha vinto grazie alla giuria della sala stampa / I DATI

Il televoto e la giuria demoscopico hanno preferito Francesco Gabbani.

Diodato, come si sa, è il vincitore della 70esima edizione del Festival di Sanremo e, in quanto tale, parteciperà all’European Song Contest di Rotterdam a maggio per rappresentare l’Italia.

È stato, però, diffuso il dato dettagliato del voto di ieri sera da cui si è evinto che, alla fine, il voto espresso dalla giuria della sala stampa dell’Ariston è risultato decisivo.

Infatti, sia il televoto che la giuria demoscopica avevano dato il primo posto, nella votazione decisiva, a Francesco Gabbani, indicando Diodato rispettivamente al terzo e al secondo posto.

La sala stampa, però, ha votato per Diodato, quindi Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. Il televoto, nel dettaglio, ha dato il 38% a Gabbani, il 37% ai Pinguini Tattici Nucleari e poco meno del 24% a Diodato.

Sul vincitore, comunque, Amadeus, nella conferenza stampa di oggi, domenica 9 febbraio, all’Ariston ha detto: «Diodato è un talento. Io ho sempre detto di aver scelto 24 canzoni che sono diventati un po’ come 24 figli. Diodato è un talento, la prima volta che ho ascoltato la sua canzone sono rimasto folgorato. Gli ho fatto un augurio: se apri le braccia, tu potresti vincere il Festival, è stato un augurio e si è realizzato».

Infine, un riconoscimento da Taranto per Diodato – nato ad Aosta ma residente da anni nella città pugliese. La filodiffusione del Teatro Comunale Fusco, prevista ogni giorno a mezzogiorno con un’aria del compositore tarantino Giovanni Paisiello, da oggi, e per tutta la prossima settimana, lascerà spazio a Fai rumore. È l’omaggio dell’amministrazione comunale al cantautore tarantino che proprio alla sua città e alla sua famiglia ha dedicato la vittoria nella gara canora.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2020, boom di ascolti per la serata finale del Festival di Sanremo.