Sanremo 2021, Ermal Meta, età, fidanzata, Instagram, canzone Un Milione di Cose da Dirti

Classe 1981, ha esordito al Festival nel lontano 2007 e nel 2018 è arrivato sul podio.

  • Ermal Meta ha esordito a Sanremo nel 2010 con il gruppo La Fame di Camilla.
  • Nel 2018, ha vinto in duetto con Fabrizio Moro.
  • L’artista di origini albanesi arriva a Sanremo 2021 con una struggente ballata.

Ermal Meta è uno degli artisti in gara a Sanremo 2021. Scopriamo qualcosa sul suo percorso nella musica e sul brano che porterà all’Ariston.

Quanti anni ha Ermal Meta?

Ermal Meta è nato a Fier, città a circa 100 km da Tirana, il 3 aprile 1981. Ciò significa che sta per compiere 40 anni.

Carriera

Figlio di una violinista dell’orchestra della sua città natale, Ermal Meta si è trasferito giovanissimo in Italia, per la precisione a Bari. Qui, nel 2007, ha fondato il gruppo La Fame di Camilla, che tre anni dopo ha partecipato a Sanremo con il brano Buio e Luce.

LEGGI ANCHE: Ragazza del pubblico sta male: Ermal Meta interrompe il concerto

Autore per numerosi artisti, da Emma a Marco Mengoni e Chiara Galliazzo, nel 2017 è tornato all’Ariston con il brano Vietato Morire, classificandosi terzo. L’anno dopo ha invece raggiunto il podio con la canzone Vietato Morire, in duetto con Fabrizio Moro.

Con all’attivo tre album di studio – Umano, Vietato Morire, Non abbiamo Armi – Ermal Meta è stato giudice di Amici nel corso della sedicesima stagione.

Fidanzata

Ermal Meta è fidanzato con Chiara Sturdà, agente sportiva e marketing manager.

Instagram

Ermal Meta è presente su Instagram con un account seguito da oltre 500mila persone.

Sanremo 2021: la canzone Un Milione di Cose da Dirti

Ermal Meta gareggia a Sanremo 2021 con la canzone Un MIlione di Cose da Dirti, una struggente ballata che, come si può leggere su Tv Sorrisi e Canzone, è introdotta dalle suggestione del pianoforte.

Senza nome io, senza nome tu
E parlare finché un nome non ci serve più
Senza fretta io, senza fretta tu
Ci sfioriamo delicatamente
Per capirci un po’ di più
Siamo come due stelle scampate al mattino
Se mi resti vicino non ci spegne nessuno
Avrai il mio cuore a sonagli

Per i tuoi occhi a fanale

Ti ho presa sulle spalle
E ti ho sentita volare
Con le mani nel fango
Per cercare il destino
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro
E mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ed ho un milione di cose da dirti

Ma non dico niente
Ma non dico niente
Il tuo viaggio io, la mia stazione tu
E scoprire che volersi bene
È più difficile che amarsi un po’ di più
È la mia mano che stringi, niente paura
E se non riesco ad alzarti starò con te per terra
Avrai il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
Ce li faremo bastare
Ce li faremo bastare
Con le mani nel fango per cercare il destino
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro

E mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ho un milione di cose da dirti
Solo un milione di cose da dirti
Ti do il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
E senza dirlo a nessuno
Impareremo a volare

Tu mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ed ho un milione di cose da dirti
Ma non dico niente
Ma non dico niente
Cuore a sonagli io
Occhi a fanale tu

LEGGI ANCHE: Tv, chiusura anticipata per Live Non è la D’Urso?