Sara Tommasi, la nuova vita da panettiera

A Terni Sara Tommasi ha aperto una panetteria.

Dopo anni segnati dagli abusi di alcol, droga e porno, Sara Tommasi ha cambiato vita: ha lasciato Milano ed è tornata a vivere a Terni, sua città natale, dove ha aperto una panetteria. «Le forme del grano», questo è il nome del locale che ha inaugurato qualche settimana fa e dove oggi lavora.

«Amo molto questo nuovo lavoro e sono felice di tenermi impegnata ogni giorno – ha raccontato in una nota -; spero sempre che mi richiamino però in televisione, è quello il mio lavoro, è quello ciò che amo di più fare! Il mio sogno sarebbe quello di partecipare ad un reality-show, al GF Vip volentieri oppure perché no, partecipare nuovamente a L’Isola dei Famosi, nel 2006 ho partecipato al reality e mi sono classificata quarta, mi candido ufficialmente per la prossima edizione, e questa volta vorrei vincere, principalmente per me stessa, come rivalsa personale!», ha concluso.

LEGGI ANCHE: Vi ricordate di Alexia? Ecco che fine ha fatto la cantante.

Sara Tommasi

Insomma, Sara Tommasi ha sì intrapreso una nuova vita ma non ha affatto abbandonato il sogno di lavorare in tv.

Ma ricordiamo qualcosa di Sara Tommasi, per chi ne avesse perso memoria televisiva.

Classe 1981, Sara Tommasi è originaria di Terni dopo una laurea a pieni voti alla Bocconi, decide di voler entrare nel mondo dello spettacolo. Nel 1998 l’esordio a Miss Italia, poi l’abbiamo vista nella “famiglia” dei Veejay di All Music e tra le vallette del Paolo Limiti show.

Nel 2004 vediamo Sara Tommasi a Veline, dove arriva in finale ma non riesce a conquistare il titolo.

Poi lavora per Paperissima e Quelli che il calcio e nel 2006 conquista il quarto posto a L’Isola dei famosi, reality che le dà la possibilità di farsi conoscere al pubblico. Purtroppo, il successo dura poco: svariati problemi personali fanno scivolare la giovane carriera della showgirl, in un turbine di scandali e processi. Nel 2011, il coinvolgimento nel famoso “processo Ruby” e il successivo declino della sua carriera. La Tommasi ha affermato di essere rimasta molto scossa da tutto quello che è accaduto.

LEGGI ANCHE: John, Charlotte e le nozze di quercia: sono sposati da 80 anni.

Sara Tommasi nel 2008, a 27 anni, ha capito che qualcosa non andava nella sua testa, ma nessun vero e proprio segnale forte l’aveva ancora messa in allarme. Nel 2018 a Vero ha raccontato: «Non sapevo quello che facevo. Potevano propormi di tutto, tanto io non avevo minimamente la forza di reagire e ragionare. Ci sono state delle volte che sono stata letteralmente raccolta per strada, in stato confusionale, e portata all’ospedale con l’ambulanza. Credetemi, è un miracolo se sono ancora viva».

Un periodo non facile, in cui ha subito 6 diversi ricoveri coatti e durante il quale le viene diagnosticato una forma di bipolarismo genetico. Contemporaneamente, nel 2012, arriva anche il primo film per adulti. Solo due anni più tardi e con non poche difficoltà Sara riesce ad uscire da quel mondo che non le appartiene. La sua spiacevole carriera osé si conclude con una condanna a due anni e dieci mesi per Giuseppe Matera, accusato di aver costretto tramite l’uso di stupefacenti la showgirl a recitare in quel tipo di pellicole.

Nel 2013, a Selvaggia Lucarelli (nella trasmissione La fine del mondo su M20) confessa: «Molti attori famosi, calciatori e personaggi noti si sono approfittati di me quando non stavo bene, per poi rinnegarmi. Sono stata perfino da Padre Amorth per allontanare queste voci che dal 2009 continuavo a sentire ininterrottamente e mi ha detto che il mio è un grave caso di possessione demoniaca, ma ora, dopo quattro anni di incubo, sto bene».

Nel 2018 la donna ha raccontato di stare finalmente bene, come testimoniano anche i suoi costanti aggiornamenti social, soprattutto grazie al supporto della madre, che non l’ha mai abbandonata: «Un calvario, ma oggi sono ancora qui, viva. E pronta a ricominciare da capo. Anche se non è facile», ha detto a Vero. Qiuest’anno ha confessato, nel salotto di Barbara d’Urso, di essere stata costretta a drogarsi.

LEGGI ANCHE: 6 sintomi che possono indicare un problema, anche grave, al colon.