Sardegna: mamma partorisce gemelline, poi muore per l’influenza

ambulanza

Tre vittime in un mese. È il triste bilancio che la Sardegna è stata costretta fare in merito alle morti per l’influenza dovuta al virus A/H1N1, volgarmente chiamata ‘influenza suina’.

L’ultima vittima è Carla Pisanu, una neomamma di 35 anni di Bari Sardo (Ogliastra). La donna, lo scorso 3 gennaio era stata ricoverata presso l’ospedale di Sassari a causa di complicazioni dovute all’influenza. La donna era incinta di due gemelline.

Lo scorso 12 gennaio, quando la donna era arrivata alla venticinquesima settimana di gestazione, i medici l’hanno fatta partorire con taglio cesareo. Il parto è andato bene, ma le condizioni di salute della mamma sono peggiorate. Nella notte fra il 4 e il 5 febbraio la 35enne è deceduta nel reparto di Rianimazione a causa di alcune complicanze dell’influenza. Le bimbe, invece, stanno bene.

Carla Pisanu

Prima di lei, in Sardegna, ci sono stati altri due decessi legati a questo tipo di influenza. La scorsa settimana è morto Tonino Tangianu, operaio sessantunenne di Triei in Ogliastra. Era stato ricoverato in coma a causa di complicanze per influenza suina nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari il 12 gennaio.

Il 25 gennaio, invece, c’è stato un altro decesso per lo stesso motivo presso l’ospedale ‘Giovanni Paolo II’ di Olbia.